Team di New Horizons Seleziona Nuovi Obiettivi per Flyby nella Fascia di Kuiper


Postato il 29 agosto 2015 alle 15:51

Illustrazione d'artista che mostra un ipotetico incontro della sonda New Horizons con un KBO, oggetto della Cintura di Kuiper. Credits: NASA/JHUAPL/SwRI/Alex Parker
Illustrazione d’artista che mostra un ipotetico incontro della sonda New Horizons con un KBO, oggetto della Cintura di Kuiper. Credits: NASA/JHUAPL/SwRI/Alex Parker

Dopo la storica pietra miliare posata con il flyby sul sistema di pluone del 14 luglio, la NASA ha selezionato una potenziale nuova destinazione per la missione della sonda New Horizons: un piccolo oggetto della Cintura di Kuiper conosciuto come 2014 MU69, orbitante circa un miliardo di chilometri dietro a Plutone.

Questo piccolo e remoto corpo celeste è stato uno dei due identificati come potenziali destinazioni, nonché quello raccomandato alla NASA dal team di New Horizons. Sebbene 2014 MU69 sia stato selezionato come nuovo obiettivo, l’agenzia condurrà – come parte di suo normale processo di revisione – una perizia dettagliata prima di approvare ufficialmente l’estensione della missione per la conduzione di ulteriori esperimenti scientifici.

“Anche dopo che la sonda New Horizons è passata in velocità oltre Plutone per addentrarsi nella Cintura di Kuiper, e i dati dell’eccitante incontro con questo nuovo mondo vengono trasmessi indietro sulla Terra, stiamo guardando al di là, verso la nuova destinazione per questo intrepido esploratore,” afferma John Grunsfeld, astronauta e capo della NASA Science Mission Directorate presso il quartier generale dell’agenzia a Washington. “Mentre le discussioni sull’approvazione di questa missione estesa prenderanno posto nel più vasto contesto degli investimenti per la scienza planetaria, ci aspettiamo che sia molto meno costoso della missione primaria, continuando a fornire nuova ed eccitante scienza.”

Come tutte le missioni della NASA che hanno ultimato il loro obiettivo principale ma cercano di portare avanti un’esplorazione maggiore, il team di New Horizons deve scrivere una proposta all’agenzia per finanziare una missione vrso KBO (Kuiper Belt Objects – oggetti della Cintura di Kuiper): questa proposta, che verrebbe portata avanti nel 2016, sarà valutata da un team indipendente di esperti prima che la NASA possa decidere di andare avanti.

Traiettoria, compiuta e prevista, di New Horizons, che nel 2019 potrebbe incontrare un altro oggetto della Fascia di Kuiper, 2014 MU69, soprannominato anche PT1 (Potenziale Target 1). Credits: NASA/JHUAPL/SwRI/Alex Parker
Traiettoria, compiuta e prevista, di New Horizons, che nel 2019 potrebbe incontrare un altro oggetto della Fascia di Kuiper, 2014 MU69, soprannominato anche PT1 (Potenziale Target 1). Credits: NASA/JHUAPL/SwRI/Alex Parker

La selezione precoce degli obiettivi è importantissima: il team ha necessità di dirigere New Horizons verso l’oggetto durante quest’anno, in modo da performare qualsiasi missione estesa con margini sicuri di carburante. New Horizons compirà una serie di quattro manovre verso la fine di ottobre ed agli inizi di novembre per definire la sua traiettoria verso 2014 MU69 – soprannominato PT1 (Potential Target 1) – che ci si aspetta raggiunga il 1 gennaio 2019. Ulteriori ritardi in queste date costerebbero lo spreco di prezioso carburante e l’aggiunta di rischi alla missione.

“2014 MU69 è una grande scelta perché è giusto il tipo di KBO antico, formatosi esattamente nel punto in cui orbita adesso, che il Decadal Survey desidera che noi sorvoliamo,” spiega Alan Stern, dello Southwest Research Institute (Boulder, Colorado) e primo ricercatore per New Horizons. “Per di più questo KBO costa meno carburante per essere raggiunto, risparmiando più rifornimenti per il flyby, per la scienza ausiliaria, e grandi riserve di carburante a protezione contro gli imprevisti.”

La sonda New Horizons, che al momento si trova a 4,9 miliardi di chilometri dalla Terra, sta giusto iniziando a trasmettere il nucleo delle immagini ed altri dati, immagazzinati nei suoi archivi digitali, dal suo storico incontro di luglio con il sistema di Plutone. La sonda è in perfetto stato di salute e sta operando normalmente.

Giulia Murtas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...